A causa dell’emergenza sanitaria e alla curva dei contagi in continuo aumento il nuovo Dpcm non permette il servizio al banco nei bar oltre le 18, ma si possono servire i tavoli fino alle 24.

Purtroppo nella rete dei controlli, nel primo giorno in cui è entrato in vigore il decreto, è finito il bar Saicaf all’angolo tra corso Vittorio Emanuele e via Argiro. Gli agenti della Polizia Locale hanno multato il titolare del bar con una sanzione di 280 euro per aver servito un caffè al bancone intorno alle 18.23.

“Quei 280 euro io oggi non li ho nemmeno guadagnati. C’era solo lui nel bar e con gli incassi visibilmente diminuiti è ovvio che serviamo ogni cliente che entra. Perché al tavolo possiamo servire e al bancone, con una sola persona, no? Accanto c’è un distributore h24 che non chiude come da ordinanza di Decaro”.

Le nuove misure restrittive per limitare i contagi da coronavirus fanno discutere. Nulla da incriminare ai vigili che hanno elevato la multa in quanto hanno solo rispettato le nuove regole. Purtroppo però il nuovo decreto colpisce una categoria di commercianti che difficilmente riuscirà a riprendersi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here