Nuova protesta dei disabili contro la gara unica per la fornitura di ausili protesici. Si è svolta questa mattina, sul lungomare di Bari, davanti alla sede della presidenza della Regione Puglia.

Per i manifestanti la modalità non garantirebbe lo stesso tipo di assistenza che i disabili del Barese beneficiavano fino a qualche anno fa e vogliono che la situazione sia risolta prima delle elezioni regionali che si terranno il 20 e 21 settembre.

“Vogliamo rivendicare i nostri diritti e la nostra dignità – sottolinea un manifestante -. Il presidente Emiliano ha deciso di istituire questa gara di appalto solo per l’Asl di Bari. Ausili che sono di scarsa qualità e che non garantiscono la qualità della nostra vita”.

Alla protesta hanno partecipato anche alcuni esponenti politici che definiscono la scelta del governatore sbagliata in quanto, con la nuova modalità, i dispositivi vengono ordinati da aziende del nord e spedite a casa del richiedente, il quale deve provvedere da solo al montaggio. “I disabili hanno bisogno di ausili personalizzati e così facendo si va verso la scarsa qualità del prodotto. Una decisione presa per risparmiare, ma che grava sull’assistenza dei disabili”. Hanno sottolineato i politici.