La Guardia di Finanza, nell’ambito delle attività di contrasto ai traffici illeciti effettuate presso l’aeroporto di Bari, ha portato a termine un’importante operazione di sequestro di prodotti dannosi alla salute.

Nello specifico un attento controllo radiogeno tramite l’apparecchiatura scanner in dotazione all’ufficio doganale effettuato sul bagaglio di un viaggiatore nigeriano proveniente da Addis Abeba (Etiopia), ha fatto emergere dubbi sul suo contenuto.

L’ispezione fisica ha permesso di rinvenire migliaia di farmaci e prodotti cosmetici la cui introduzione e commercializzazione nel territorio dello Stato è vietata.

Trattasi, in particolare di 41 flaconi di creme sbiancanti contenenti idrochinone (sostanza vietata nei prodotti cosmetici), 3010 compresse di un potente analgesico ad azione centrale, oltre a 36 creme facciali aventi come principio attivo un potente glucocorticoide di sintesi.

I reati contestati vanno dalla detenzione di prodotti cosmetici dannosi per la salute umana all’importazione di farmaci da Paesi terzi senza opportuna autorizzazione. Il passeggero è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here