Nella giornata di ieri, nel pieno centro di Giovinazzo, i militari della locale stazione, hanno arrestato per furto di energia elettrica un 51nne giovinazzese.

In tarda mattinata, i militari della stazione, coadiuvati dai colleghi della Sezione Operativa di Molfetta, hanno fatto accesso nell’abitazione del 51enne per effettuare una perquisizione domiciliare.

Durante i controlli, all’occhio attento dei militari non è sfuggita un’anomalia. Il contatore per la fornitura di energia elettrica risultava disattivato, mentre tutti i locali perquisiti avevano elettrodomestici accesi.

Immediatamente è stato richiesto l’intervento di una squadra specializzata in verifiche tecniche da parte della società Enel s.p.a., che giunta presso i locali, effettuava tutte le misurazioni all’impianto ed le verifiche tecniche del caso, accertando che il contatore risultava cessato per morosità già dal 2010, e mai riattivato.

Inoltre i tecnici hanno provveduto al distacco della calotta del contatore, appurando che a monte del predetto contatore, vi era un by-pass, eseguito mediante strappo dei cavi, e successivo allaccio direttamente alla rete pubblica. Stimato il valore del danno subito dalla società Enel s.p.a. in circa 5mila euro.

Attesi tutti gli accertamenti tecnici effettuati, il  51nne, portato in caserma, è stato arrestato per furto aggravato, e sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here