“Pur presentandosi il Loconte negli uffici con la telecamera, alcune dipendenti si sottopongono volentieri a breve intervista, spiegando il problema ai computer che ha causato il disservizio. Una richiama addirittura il giornalista nell’ufficio quando questo era ormai uscito e gli chiede di inquadrare il monitor per dimostrare che utilizzando la password della dipendente il sistema non funziona ed è necessaria la password del tecnico”.

Il Consiglio di Disciplina Territoriale dell’Ordine dei Giornalisti della Puglia non ha ritenuto vi fossero gli estremi per per comminare alcuna sanzione e pertanto ha archiviato l’esposto presentato dall’ex sindaco di Palo, Anna Zaccheo.

Il servizio incriminato è quello pubblicato a ottobre del 2018, relativo ai problemi di iscrizione alle mense scolastiche cittadine. L’accusa è stata quella di aver violato la privacy, mostrando dati sensibili.

“Considerando che successivamente a questo grave disservizio l’assessore al ramo si è dimessa e che effettivamente, come dimostrato dalle stesse impiegate intervistate, c’è stato un problema che ha coinvolto centinaia di famiglie di quel comune – scrive il Consiglio di Disciplina – si ritiene che in questo caso Loconte abbia agito all’interno dei confini deontologici, offrendo a tutti i presenti la possibilità di spiegare cosa stesse accadendo”.

Un passaggio a parte è dedicato alla pubblicazione della password. “Quanto alla password che viene inquadrata per un attimo e su invito della stessa dipendente comunale – si legge ancora – la stessa può essere facilmente sostituita”. Gli effetti del video erano immaginabili, al contrario della reazione dell’ex primo cittadino Zaccheo. A Palo nelle prossime settimane si voterà per eleggere il nuovo Sindaco, sperando in una maggiore collaborazione con la prossima amministrazione, indipendentemente dal colore della coalizione che uscirà vittoriosa. Una comunità e i suoi interessi si difendono operando a regola d’arte, non certo provando a far ricadere le colpe su quanti sollevano necessarie riflessioni o denunciano palesi disagi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here