Questa mattina la Guardia Costiera di Bari ha intercettato e fermato sulla strada statale 100, nei pressi di Casamassima, un furgone isotermico proveniente da Taranto con alla guida un operatore ittico.

L’ispezione del vano carico ha consentito di accertare che il furgone trasportava circa 300 kg. di prodotto ittico (mussoli, ostriche, seppie, polpi, e ricci di mare) destinato al mercato clandestino barese, e quindi privo di qualsiasi documentazione che ne comprovasse la provenienza.

Per mancanza dei requisiti di tracciabilità a carico del conducente è stata elevata una sanzione amministrativa di 1,500 euro con relativo sequestro del prodotto ittico. I molluschi ancora vivi sono stati rigettati in mare.

Stessa sorte nel pomeriggio è toccata ad un altro furgone frigo fermato a Mola di Bari, e che al momento del controllo trasportava 30 kg. di prodotto ittico (salmone e tonno rosso) privo dei documenti che ne attestasse la tracciabilità e destinato ad essere consegnato ai ristoranti della zona.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here