Ieri l’Equipe della Cardiochirurgia dell’Ospedale Mater Dei Hospital, guidata dal dott. dal dott. Sergio Maria Caparrotti e coadiuvata dall’Equipe anestesiologica guidata dal Dott. Cataldo Labriola, ha eseguito una “Commando Procedure”, intervento chirurgico così definito per la elevata complessità tecnica della procedura, su un paziente di 80 anni affetto da gravi alterazioni anatomo-funzionali.

L’intervento ha permesso di riportare l’anatomia cardiaca ad una condizione di normalità anche con la sostituzione delle valvole mitrale e aortica. Il paziente, affetto da insufficienza renale cronica in trattamento dialitico, era stato colpito da endocardite batterica, infezione che gli aveva compromesso in maniera severa la funzione delle due valvole e di conseguenza anche la funzione contrattile del muscolo cardiaco, provocando inoltre una cavità ascessuale all’interno del ventricolo sinistro ed un tragitto fistoloso che creava una anomala comunicazione tra le cavità cardiache.

Una condizione anatomica e funzionale estremamente complessa che lo aveva costretto ad un ricovero di urgenza a causa di un edema polmonare acuto adeguatamente trattato dall’Equipe della Cardiologia guidata dal Dott. Pestrichella.

Era seguito il tempo diagnostico completato da un approfondimento ecocardiografico che aveva messo in evidenza uno score di rischio estremamente elevato avendo raggiunto il 34% della scala Euroscore. L’intervento, nonostante la complessità, è stato felicemente portato a termine e al momento il paziente è ricoverato nella Terapia Intensiva post chirurgica in condizioni stabili.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here