L’alga tossica torna a infestare le acque del Barese. Questa mattina la Guardia Costiera ha invitato i bagnanti che erano in acqua, tra Cozze e Mola di Bari, ad uscire dal mare.

Una situazione preoccupante che ha spinto il Comune di Mola ad emanare un’ordinanza per il divieto di balneazione. L’alga infatti, se si frantuma sulle rocce è capace di liberare una tossina nell’aria che provoca riniti, congiuntiviti, faringiti, laringiti, bronchiti, febbre, dermatiti.

L’Arpa invita a non sostare nelle zone rocciose e in presenza di vento, dove è stata riscontrata la Ostreopsis ovata, e a non consumare frutti di mare crudi sempre provenienti dalle stesse aree.

Nelle ultime ore però sono diverse le segnalazioni di malori nel Barese. Tosse, mal di gola e febbre, tra i più colpiti bambini e anziani.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here