Da mercoledì 3 giugno anche a Bari riaprono parchi e giardini pubblici su tutto il territorio cittadino. Sono in corso di ultimazione i lavori di manutenzione e cura del verde, ad opera dell’azienda municipale Bari Multiservizi, e l’installazione dei cartelli che riportano le limitazioni e le raccomandazioni utili ai cittadini per una corretta fruizione degli spazi verdi e per un uso responsabile della aree giochi che torneranno a popolarsi.

In conformità con le linee guida nazionali e regionali sulla riapertura degli spazi verdi e delle aree giochi in essi contenute, ecco quali sono le prescrizioni riportate sulla segnaletica:
-nei luoghi affollati, dove non è possibile mantenere una distanza sociale maggiore di 1 metro, coprirsi bocca e naso con una mascherina;
-evitare abbracci e strette di mano. Non usare bottiglie e bicchieri usati da altri;
-evitare sempre contatti ravvicinati mantenendo la distanza di almeno un metro;
-non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani. Se non si può evitare, lavarsi comunque le mani prima e dopo il contatto;
-in caso si starnutisca coprirsi bocca e naso con fazzoletti monouso. Se non se ne hanno, usare la piega del gomito;
-lavarsi spesso le mani con acqua e sapone o, in assenza, frizionarle con un gel a base alcolica;
-permane l’obbligo di rimanere presso il proprio domicilio in presenza di febbre (oltre 37,5°C) o altri sintomi influenzali e di chiamare il proprio medico di famiglia e l’autorità sanitaria.

Attività ludico-sportive:
-è vietata la pratica di attività ludico-sportive di gruppo che possano creare assembramenti;
-è consentita la pratica di sport individuali, nel rispetto delle misure di distanziamento interpersonale.

Tutti gli utenti sono individualmente responsabili nell’adottare comportamenti rispettosi delle misure di prevenzione. Contestualmente l’amministrazione comunale ha predisposto un piano di rafforzamento del servizio di pulizia e sanificazione delle aree giochi.

Per parco 2 Giugno, pineta San Francesco, lato terra, e parco Giovanni Paolo II, al quartiere San Paolo, bisognerà aspettare ancora, però, dato che sono in corso gli ultimi lavori per l’installazione dei nuovi impianti di illuminazione e videosorveglianza. L’amministrazione ha quindi scelto di attendere la fine del cantiere prima della riapertura, ragion per cui il provvedimento non sarà valido.

Mentre per quanto riguarda il parco di via Suglia a Japigia e il giardino Princigalli a Mungivacca la riapertura slitterà solo di qualche giorno per permettere alle imprese incaricate di completare le attività di manutenzione e potatura.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here