“Al Libertà i parcheggi non sono sufficienti”. La denuncia arriva da Luca Bratta, un cittadino del quartiere a ridosso del centro di Bari che porta all’attenzione due problemi: la scarsità dei posti auto e le continue multe della Polizia Locale.

“Con la realizzazione di piazza Redentore – spiega Luca – sono stati eliminati decine e decine di parcheggi. I residenti non sanno dove lasciare la macchina e si trovano costretti a posteggiare sulle strisce pedonali, in corso Italia nei parcheggi che in realtà sono privati, ma anche sui posti per disabili o su quelli dei cassonetti”.

“Nonostante questo problema sia ben noto a tutti – continua – la Polizia Locale continua a elevare sanzioni ad ogni orario del giorno e della notte, non capendo la difficoltà dei residenti che stanchi di girare per ore, parcheggiano la macchina dove capita”.

Al problema dei parcheggi e delle multe si aggiunge anche la crisi dei locali commerciali a ridosso della piazza. “Non essendo più raggiungibili con l’auto, hanno perso la clientela e spesso accade che, proprio a causa della scarsità dei posti, lascino la macchina sulla piazza”.

“Una piazza – conclude – che sì è un ritrovo per i giovani del quartiere, ma è allo stesso tempo pericolosa. Tempo fa, proprio per evitare che qualche automobilista distratto salisse sulla zona pedonale, ho richiesto dei paletti per delimitare la piazza. Ad oggi non ho ancora ricevuta risposta”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here