Un paziente dell’ospedale Perrino di Brindisi, dopo essersi sottoposto ad un ciclo di tre infusioni di plasma iperimmune, è risultato negativo al coronavirus. Si tratta del primo caso nella Regione Puglia dopo la sperimentazione avviata il 18 maggio.

“È presto per trarre conclusioni ma, se ci basiamo su elementi clinici, il paziente da sabato a lunedì ha ricevuto benefici dal trattamento: non ha avuto nessuna reazione febbrile e si sente meglio – afferma Domenico Potenza, direttore dell’Unità operativa di Malattie infettive -. Il paziente ora riesce a stare per un po’ di tempo senza la maschera che eroga ossigeno, la frequenza respiratoria si è quasi normalizzata e il dosaggio delle citochine ha rilevato un’assenza di infiammazione”.

“Il tampone negativo a distanza di ventiquattro ore dall’infusione dell’ultima sacca non vuol dire che sia guarito, ma la carica virale si è notevolmente ridotta – conclude -. Attendiamo i prossimi giorni per verificare un eventuale miglioramento radiologico della polmonite”.

Il paziente, individuato dalla struttura ospedaliera tra i 12 positivi al Covid ricoverati, soffriva da fine marzo di un’infezione da Coronavirus con grave polmonite che lo ha costretto al ricovero in quattro diversi reparti, dal 29 marzo fino al 20 maggio, compreso quello di terapia intensiva, e per sei volte era stato sottoposto a tampone, risultando sempre positivo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here