Tutti col naso all’insù, un occhio al cielo e uno all’orologio, in attesa che scoccassero le 10:58, orario segreto, ma non troppo in cui la Pattuglia Acrobatica Frecce Tricolori avrebbe solcato i cieli di Bari per omaggiare le vittime del coronaviurs.

Peccato che abbiano giocato d’anticipo, passando a sorpresa 90 minuti prima del previsto, forse per evitare gli annunciati assembramenti. Fotografi amatoriali, troupe in attesa di collegarsi per trasmettere il passaggio in diretta, singoli cittadini in giornata di permesso dal lavoro, persino intere famiglie, una arrivata apposta da Trinitapoli dopo due ore di macchina.

La sorpresa è riuscita talmente bene che in tantissimi, per fortuna non ammassati come all’ultima sagra per San Nicola, nemmeno lo sapevano, solo la lettura degli articoli già pubblicati ha convinto i delusi a desistere dall’attendere ulteriormente invano.

Morale della favola, come ci ha detto il buon Totò, per vedere gli aerei bisogna andare all’aeroporto e pazienza se alla fine sono rimasti tutti come la zia di Ceglie.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here