La Questura di Bari ha intensificato i controlli per la fase 2 dell’emergenza coronavirus, al fine di contrastare i fenomeni predatori in vista della ripresa di numerose attività commerciali della città. Nelle maglie dei poliziotti della Squadra Volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico (UPGSP), in zona Libertà è finito Simone Salice, classe ’98, con piccoli precedenti, arrestato per violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale e Rifiuto di indicazioni sulla propria identità personale. Lo rende noto l’Ufficio Stampa della Questura.

Le volanti sono intervenute per un’accesa lite in strada; mentre gli agenti controllavano le persone coinvolte, sono stati aggrediti dal 22enne, in evidente stato di agitazione, che improvvisamente si è scagliato contro di loro colpendoli con calci e pugni. Gli operatori con molte difficoltà, ma con un’azione decisa sono riusciti a bloccarlo ed assicurarlo alla Giustizia. A seguito dell’aggressione i poliziotti sono ricorsi a cure mediche, poi dimessi e giudicati guaribili in pochi giorni. L’arrestato è stato portato nel carcere di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here