Nei giorni scorsi, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Bari San Paolo, coadiuvati da militari del Nucleo Cinofili CC di Modugno e da una squadra dei “Cacciatori di Puglia”, hanno svolto perquisizioni e controlli a tappeto nel quartiere San Paolo di Bari.

Durante una perquisizione all’interno dell’abitazione di un sorvegliato speciale residente nel quartiere, sono stati rinvenuti: un proiettile, circa 310 grammi di cocaina pura e messa sottovuoto, 55 grammi di cocaina già confezionata e pronta per lo spaccio, 30 grammi di hashish, 500 euro in contanti e materiale per il confezionamento.

Proseguendo le attività di perquisizione, estese anche ai sotterranei ed ai tetti delle abitazioni, i Carabinieri, in un vano tecnico condominiale, hanno scoperto un piccolo arsenale di armi, nascosto all’interno di uno zaino, una dotazione di armi e munizioni che per capacità di volume di fuoco è degna di armare un commando militare pronto all’assalto: 2 pistole semiautomatiche con matricole abrase, una pistola mitragliatrice e 135 proiettili di diversi calibri. Il sorvegliato speciale è stato arrestato.

L’operazione si incardina in un più ampio progetto operativo dell’Arma barese di disarticolazione dei gruppi armati e annientamento delle loro risorse e segue quelle svolte nel dicembre 2018 e nel settembre 2019 dal Comando Provinciale sui quartieri Madonnella, San Paolo e San Pio, nell’ambito delle quali sono stati rispettivamente sottoposti a fermo di indiziato di delitto 14 soggetti (alcuni dei quali responsabili di detenzione e porto di arma da fuoco) e arrestato un incensurato per il possesso di 2 kalashnikov, 1 pistola mitragliatrice “scorpion”, 2 pistole cal 9×21, un giubbotto antiproiettile e 300 cartucce.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here