Durante gli specifici servizi predisposti per assicurare il rispetto delle disposizioni del DPCM, nella serata di ieri la Polizia Stradale, lungo la ss16 all’altezza di Bari in direzione nord, ha intimato l’alt a una Mercedes Classe A.

L’uomo, anziché fermarsi, ha accelerato e decelerato in modo repentino con diversi cambi di corsia, raggiungendo anche i 180 chilometri orari. Giunto in prossimità del chilometro 794 nord della SS16, ha improvvisamente imboccato contromano uno svincolo al fine di immettersi sulla carreggiata opposta della tangenziale.

Il conducente ha speronato ripetutamente e violentemente una delle due auto della Polizia Stradale intervenute. Poco dopo, nei pressi dello svincolo di Mola di Bari, il conducente della Mercedes ha impegnato ancora una volta, ad altissima velocità, la rampa di inversione di marcia ed ha impattato contro il guardrail, finendo fuori strada.

Nonostante ciò, l’uomo è sceso dall’auto ed ha cercato di fuggire a piedi ma è stato bloccato dai poliziotti; nel tentativo di opporsi all’arresto, ha colpito con calci e pugni gli agenti che sono comunque riusciti a bloccarlo.

Sottoposto a perquisizione, è stato trovato in possesso di alcune dosi di hashish, per uso personale, occultate negli slip. A seguito di analisi, il 35enne di Foggia è risultato positivo all’uso di cannabinoidi; dai successivi accertamenti è emerso che la patente gli era stata restituita un mese fa, dopo essere stata ritirata per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Veicolo e hashish sono stati sequestrati, l’uomo è stato arrestato e condotto presso il carcere di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here