foto di repertorio

Vietato uscire dal proprio comune di residenza. Per fermare la diffusione del Coronavirus, il premier Giuseppe Conte ha firmato un nuovo decreto che blocca gli spostamenti all’interno del territorio italiano.

Una scelta pienamente condivisa anche dal governatore Michele Emiliano.” Nessun presidente di Regione può bloccare i confini della propria regione alla libera circolazione dei cittadini e nessun presidente può disporre lo schieramento dell’Esercito all’entrata del proprio territorio, perché quella è una competenza esclusiva dello Stato. Da Presidente della Regione Puglia attraverso il ministro degli Affari regionali Boccia, avevo richiesto al Governo di intervenire e siamo stati ascoltati”.

Il provvedimento è stato preso anche per evitare l’esodo verso le Regioni del sud da parte dei lavoratori delle aziende che chiuderanno in virtù del nuovo decreto firmato dal Presidente Conte.

L’ordinanza vieta di spostarsi con mezzi di trasporto pubblici o privati in un comune diverso da quello in cui si trovano attualmente, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta necessità, per motivi di salute.

“La Puglia è stata la prima Regione ad emanare l’ordinanza che prevedeva l’obbligo di auto segnalazione e di porsi in quarantena in isolamento presso il proprio domicilio – conclude Emiliano -. Ora dobbiamo tutti impegnarci a restare a casa, perché le nuove stringenti limitazioni per contrastare la diffusione del Coronavirus comporteranno sacrifici enormi per l’economia del nostro Paese e non dobbiamo vanificarle con condotte irresponsabili che costituiscono reato”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here