Gli si avvicinano mentre aspetta l’autobus e il più piccolo del branco gli urla prima “Ué baffone” e poi gli sputa addosso. Stessa storia al ritorno. In attesa del treno che lo avrebbe riportato a casa, lo stesso ragazzo si è avvicinato con fare minaccioso lamentandosi della sua presenza. È accaduto alla stazione Ceglie-Carbonara intorno alle 20.

Il professionista, vista la giovane età dei ragazzi, non ha dato peso alle parole e al gesto di sfida, ma ha comunque pensato all’incolumità di altri minorenni nel caso in cui si fossero trovati sulla strada dei bulli. “Una volta salito sul treno ho chiamato la Polizia. Da quello che so hanno raggiunto il posto e hanno controllato che i ragazzi non infastidissero gli altri pendolari”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here