I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Bari, dopo un inseguimento conclusosi a Mola di Bari, hanno arrestato R.A. 47enne di Afragola, in provincia di Napoli, e D.D.L. 37enne rumeno, residente a Cerignola, per furto aggravato in concorso e usurpazione di funzioni pubbliche.

I militari operanti, mentre percorrevano Via Amendola, sono stati fermati da un 21enne del luogo, in evidente stato di agitazione, il quale dichiarava di aver subito un furto di denaro contante da due soggetti, a bordo di una Lancia Libra SW di colore grigio, che si era data alla fuga.

L’immediato intervento della pattuglia ha consentito di intercettare poco più avanti ed inseguire, senza soluzione di continuità, la Lancia Libra che è stata definitivamente fermata lungo la SS 16 con l’ausilio di una pattuglia della Compagnia di Triggiano, intervenuta in supporto. Nelle fasi del controllo, il passeggero della Libra si è disfatto della custodia di un passaporto che è stata poi immediatamente recuperata.

Le successive attività investigative hanno consentito di ricostruire la vicenda nel dettaglio, iniziata lungo viale Einaudi all’incrocio con via Amendola, quando, i due a bordo della citata autovettura, volontariamente urtavano l’utilitaria condotta dal 21enne, costringendolo a fermarsi.

Gli arrestati, qualificatisi quali appartenenti alla Polizia di Stato, mostrando la citata custodia sulla quale era apposto l’emblema della Repubblica Italiana, chiedevano al giovane di consegnare loro il borsellino, con all’interno 50 euro, sottraendo così il denaro e dandosi alla fuga.

Gli arrestati, su disposizione della competente A.G., sono stati tradotti presso la Casa Circondariale di Bari. Sono in corso indagini da parte dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile al fine di risalire ad eventuali altri delitti commessi dai due malfattori con lo stesso “modus operandi”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here