Le vittime predilette sono le piccole comitive di ragazzini e le coppiette a passeggio nel centro di Bari. Come già denunciato in passato, un branco composto da una ventina di minorenni, forse più, si diverte ad aggredire e insultare senza motivo chi ha la sciagura di incontrarlo sulla sua strada.

“Ieri sera – scrive un genitore sulla pagina facebook del sindaco di Bari – verso le 22 mia figlia con il suo ragazzo ed un’altra coppia stavano passeggiando sulla muraglia quando un gruppo di minorenni ha schiaffeggiato i due ragazzi. Mia figlia ha chiesto aiuto alla polizia, che non è intervenuta! Così si sono allontanati dalla zona, ma dopo poco si sono ritrovati nuovamente di fronte il branco di teppisti, che questa volta erano in 20”. Il racconto è di quelli che abbiamo raccolto altre volte e denunciato sulle pagine del nostro giornale.

“Senza che né mia figlia né i suoi amici proferissero parola – continua il genitore – sono stati aggrediti e schiaffeggiati senza nessunissimo motivo! Mia figlia ha chiesto disperatamente aiuto, ma solo dopo varie telefonate è intervenuta una pattuglia! Nel frattempo siamo arrivati anche io e mio marito per prelevare i ragazzi!”. Dopo il racconto l’appello.

“Sindaco, lei fa tanto per questa città – incalza -, ma per i giovani non c’è sicurezza! Ragazzini di 15 anni che in branco assalgono persone per bene che hanno solo voglia di godersi la città. Trovo sia la pecca più preoccupante della nostra città! E questo non è stato il primo caso!”.

L’ultimo episodio reso pubblico risalirebbe a tre mesi fa. “Vicino al parco 2 Giugno – è scrito – un pomeriggio mio figlio di 11 anni stava mangiando un gelato con i compagni di scuola quando sono stati aggrediti senza motivo da un branco di tredicenni che li hanno minacciati e anche in questo caso schiaffeggiati! Posso continuare a vietare ai miei figli delle uscite per il terrore di essere aggrediti?”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here