L’Epifania tutte le feste porta via. Con oggi si chiude il lungo periodo di festeggiamenti natalizi. Due settimane dove hanno fatto da padroni non solo le lunghe tavolate, ma soprattutto botti, petardi e bombe carta.

C’è chi si è divertito bevendo un goccino di troppo e chi a far saltare qualsiasi cosa si trovasse a portata di mano. Dopo l’albero di Natale a Gravina e alcuni bidoni dell’immondizia, sono molte le auto danneggiate da fuochi d’artificio e petardi, come ad esempio l’episodio accaduto a Turi.

L’ultima auto a farne le spese è un’utilitaria in sosta in via Nicolai, nei pressi della ex Manifattura Tabacchi nel quartiere Libertà. Stando a quanto raccontato dal proprietario, dei vandali hanno lanciato alcuni petardi sul cruscotto della macchina danneggiando il parabrezza e i tergicristalli.

Gli episodi di vandalismo sono molto di più di quelli di cui si ha notizia. I teppistelli da quattro soldi si divertono con poco, anche senza l’uso dei botti. Basti pensare che a Bitonto un vandalo l’ultimo giorno del 2019 è stato immortalato dalle telecamere mentre danneggiava le panchine e bruciava l’albero di Natale in piazza Cavour.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here