Edvige è tornata nel reparto di Oncoematologia pediatrica del Policlinico di Bari. La civetta bianca, opera dell’artista Arianna Gambaccini, era stata trafugata dall’ospedale da qualche vile. Per fortuna, dopo l’appello mediatico, è stata restituita questa mattina.

La bella notizia è stata data da Apleti Onlusi, scrivendo una lettera ispirata alla storia di Harry Potter. “Sarà stata la paura di una prigionia ad Azkaban? O il bacio del dissenatore?
Fatto sta che mentre Dobby girava in lungo e in largo per cercarla, assieme all’Oridne della Fenice, Edvige è stata ritrovata vicino la clinica. In un sacchetto. Senza Imperio, senza Crucio , senza Septum Sempra e soprattutto senza Avadakedavra , questa mattina, la nostra amata Edvige è tornata a casa. Il Silente primario dott. Nicola Santoro, intervistato dalla Gazzetta del Profeta ha dichiarato che grazie ad un blitz congiunto delle forze dell’ordine magiche e Babbane la civetta è ritornata senza pagamento di alcun riscatto. Le condizioni generali sono discrete ma restiamo in aggiornamento per il prossimo bollettino medico. Grazie alle dottoresse Muggeo e Daniele. Ma soprattutto grazie a tutti voi che vi siete stretti intorno a noi. Alle nostre famiglie e alle nostre bambine e ai nostri bambini”.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here