Foto di repertorio

Continuano i casi di violenza sulle donne. L’ennesimo episodio è accaduto ad Alberobello. Un 44enne del luogo è stato arrestato per aver picchiato con calci e pugni la sua ex compagna, 43enne.

Il tutto è partito da una denuncia sporta dal 44enne ieri sera. L’uomo, rincasando a casa, ha trovato la porta d’ingresso trivellata di colpi di pistola. Ai Carabinieri ha esternato i suoi sospetti nei confronti di un cittadino di Locorotondo che stava frequentando la sua ex compagna. Una volta uscito dalla caserma, il 44enne si è diretto a casa della 43enne e l’ha aggredita con calci e pugni, accusandola di frequentare l’uomo che secondo lui gli aveva sparato contro la porta.

La 43enne è riuscita a fuggire, trovando riparo in casa di un vicino da dove ha chiamato i soccorsi. Sul posto è subito sopraggiunta un’ambulanza del servizio 118 che ha provveduto a trasportare la donna presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale di Putignano, mentre i Carabinieri, anch’essi giunti celermente sul posto, informati dei fatti, hanno rintracciato e tratto in arresto il 44enne presso la propria abitazione. L’uomo su disposizione della competente Autorità Giudiziaria è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Bari. Alla donna, i sanitari hanno riscontrato lesioni personali giudicate guaribili in 15 giorni. Sono ancora in corso indagini per far luce sui fori di proiettile rinvenuti sulla porta d’ingresso del 44enne.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here