”Siamo stanchi delle promesse sistematicamente disattese. I cittadini pugliesi pagano le tasse e hanno tutto il diritto di chiedere e pretendere sicurezza. I nostri uomini si impegnano al massimo per garantire sicurezza e tranquillità ma non è sufficiente. Così la lotta alla criminalità è persa in partenza”.

Uccio Persia, massimo esponente del Sindacato di Polizia COISP di Bari e provincia, torna alla carica e annuncia il ritorno in piazza per protestare contro la legge di bilancio che non prevede nessun stanziamento di fondi per il comparto sicurezza.

”Il 23 ottobre scorso il COISP ha incontrato il premier Conte e il Ministro dell’Interno Lamorgese per un confronto sugli stanziamenti previsti nella legge di bilancio per quel che concerne le risorse destinate alla Polizia di Stato – spiega -. Il confronto è stato alquanto deludente e ha portato poche garanzie rispetto alle esigenze del personale della Polizia di Stato”.

Motivi che inducono il COISP ad esprimere domani il proprio dissenso davanti ogni Prefettura delle principali province d’Italia: ”Alle 9 saremo in Piazza Libertà, davanti al Palazzo di Governo ed in tutte le città d’Italia – annuncia il segretario generale provinciale -. Ognuno di noi è chiamato a dare il meglio di se coinvolgendo il massimo numero di persone a manifestare il nostro dissenso dinanzi al Prefetto, espressione del governo, così come l’intera Segreteria Nazionale del COISP che con centinaia di colleghi sarà a Piazza Montecitorio per chiedere al Governo ed al Parlamento l’attenzione ed i riconoscimenti che i poliziotti meritano”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here