foto di repertorio

Un 41enne residente in provincia di Bari, L.S., è stato arrestato dai Carabinieri dei Cellamare per sfruttamento della prostituzione. I militari, nei mesi scorsi, hanno avviato un’attività di indagine per contrastare il fenomeno della prostituzione sulla S.P.84 che collega i Comuni di Adelfia e Rutigliano e si interseca con la ss100.

Come gli abitanti della zona ben sanno, si tratta di un asse viario con intenso traffico anche di mezzi pesanti, noto come luogo per l’esercizio del meretricio da parte di diverse donne dell’est Europa ed africane.

Nella zona i Carabinieri hanno eseguito numerosi servizi di appostamento ed osservazione per verificare le modalità di esercizio dell’attività di prostituzione, al fine di rilevare oggettivi indicatori di sfruttamento delle giovani donne. Tale attività ha permesso l’arresto in flagranza operato ieri sera.

I militari, infatti, hanno documentato che il 41enne, quotidianamente, da parecchi mesi, accompagnava le giovani donne nel luogo dove si prostituivano, portandole anche a pranzo in una stazione di servizio. Proprio mentre portava nella sua autovettura due giovani di nazionalità rumena, poco più che ventenni, è stato bloccato e tratto in arresto dai militari. Le donne hanno confermato che l’uomo richiedeva in cambio prestazioni sessuali. L’arrestato, su disposizione del Magistrato, è stato ristretto in presso la Casa Circondariale di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here