Una diretta facebook di oltre 7 minuti per suonare un campanello d’allarme, una potenziale situazione di degrado poi puntualmente verificatasi. Ieri sera l’attivista Dino Rizzi si è recato in via Bovio, dove col suo cellulare ha ripreso l’androne di un palazzo completamente invaso dai mobili di un appartamento.

In vista del cambio di affittuari, spiega Rizzi nel video , il proprietario ha intimato agli inquilini lo sgombero della casa. Come ormai tutti sanno, o dovrebbero sapere, per i così detti ingombranti il ritiro è gratuito da parte dell’Amiu, previa prenotazione telefonica, e solo per un massimo di tre pezzi. Il timore che tutto finisse per strada si è purtroppo rivelato esatto, stamattina l’androne era vuoto e l’angolo del marciapiede invaso.

Proprio per cercare di evitare che accadesse, il buon cittadino ha chiamato la centrale operativa della Polizia Locale: “Non possiamo intervenire se non c’è una denuncia” ci racconta Rizzi a telefono “secondo l’agente, i condomini avrebbero dovuto chiamare l’amministratore e lui il proprietario, per far presente tutta la situazione”.

“Ho provato a insistere, quanto meno perché venissero a scattare delle fotografie, che potevano risultare utili in seguito, ma mi hanno detto che non lo potevano assicurare. Ho aspettato un po’ di tempo, ma poi me ne sono andato, non lo so se alla fine qualcuno è venuto oppure no. Peccato, forse sarebbe bastato anche solo la pattuglia con il lampeggiatore acceso per fare da deterrente”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here