Il ritorno dell’eroina in città non è più uno supposizione, ma un dato di fatto. In alcune strade di Bari, non soltanto quelle meno frequentate, spesso accade che ci si imbatte in una siringa insanguinata, come è capitato a una barese nelle vicinanze del Porto. Non stiamo parlando di una zona isolata, ma di un parcheggio in pieno centro e spesso usato dalle Forze dell’Ordine per i posti di controllo.

Gli avvistamenti sono sempre più frequenti. Dalla spiaggia di Pane e Pomodoro fino a via Nicolai a due passi dall’entrata del Mercato Coperto. Per non parlare di via Oberdan, il luogo preferito dai tossici dove, presi dagli effetti dell’eroina, le siringhe diventano delle freccette.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here