Scoperta sconcertate quella effettuata dal proprietario di una villa in disuso, a Santo Spirito, che subito allertato i poliziotti della Squadra Volante. All’interno del patio, infatti, l’uomo ha constatato che ignoti hanno abbandonato un ingente quantitativo di farmaci. Gli accertamenti effettuati dagli agenti dell’U.P.G.S.P. hanno consentito di accertare che la merce era stata rapinata il 17 maggio 2018 ad un autotrasportatore, dipendente di una ditta farmaceutica ubicata in provincia di Bari.

L’uomo, mentre percorreva a bordo di un autoarticolato la SS16 in direzione Foggia, all’altezza dello svincolo per Trinitapoli, è stato bloccato e sequestrato da alcuni rapinatori armati, a bordo di un’Audi A6. Il valore del carico di farmaci rubati dai criminali, destinati ad uso chemioterapeutico, ammonta a circa 830mila euro.

Sul luogo del rinvenimento, per i rilievi del caso, sono intervenuti gli agenti della Polizia Scientifica. I rappresentanti della ditta farmaceutica hanno recuperato i preziosi medicinali che, tuttavia, a causa di deperimento dovranno essere smaltiti. Le indagini per individuare i responsabili sono ancora in corso.

Quello del furto di farmaci chemioterapici è un fenomeno che nell’ultimo anno è andato via via in crescendo, i malviventi hanno colpito più volte nel Barese, prendendo di mira e depredando anche le strutture sanitarie pubbliche quali l’ex ospedale di Grumo, la farmacia territoriale di Bitonto e quella di Molfetta.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here