Fermati in aeroporto perché transessuali. La disavventura è capitata ieri mattina a un gruppo di 4 bitontini partiti alla volta di Sharm El Sheik, ma all’International Airport egiziano due di loro, Loredana Corallo e Mikaela Sannicandro, rispettivamente di 43 anni e 45 anni, sono state fermate dalla Polizia e portate via intorno alle 15 perché transessuali.

La denuncia arriva dai sue accompagnatori che da ieri non hanno più notizie delle loro due amiche. I due presi dal panico e preoccupati per quanto stava accadendo hanno contattato il consolato italiano in Egitto. I funzionari li hanno assicurati che le due, i cui nomi di battesimo sono Cosimo e Michele, verranno rimpatriati con il primo volo utile.

Nonostante fossero in possesso di tutti i documenti necessari per attraversare la dogana, le due sono state trattenute dalla polizia aeroportuale. Per i due amici si tratta di una vera e propria discriminazione. Non è la prima volta che una disavventura del genere capita a un trans in Egitto. Il 16 agosto scorso una trans napoletana è stata picchiata dalla Polizia perché non gradita.

Secondo quanto comunicato dal legale, le due bitontine rientreranno in Italia in serata. A impedire alle due donne di entrare in Egitto sarebbe stata “la discrasia tra i dati anagrafici riportati sui documenti d’identità esibiti per il visto d’ingresso in Egitto rispetto all’aspetto esteriore”. Dal console il legale ha poi avuto tutte le rassicurazioni del caso: sono state trattate bene e non hanno avuto alcun problema di vitto o alloggio.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here