Nell’eterna lotta tra guardie e ladri, nella zona del centro di Bari per il momento i ladri stanno avendo la meglio. Non tutti s’intende e non si sa ancora per quanto, essendo state messe in campo le necessarie contromisure.

Da febbraio a sabato scorso una banda, ribattezzata dell’intercapedine perché utilizza spesso quello come “ingresso” nelle attività commerciali, ha messo a segno una dozzina di colpi tra via Melo, corso Cavour, ma soprattutto via Nicolò Dell’Arca e Prospero Petroni.

Sandrino, Sophia House, Magda, Prink, Fondomestic, Asia Market, libreria Laterza, centro di telefonia Wind, Game Stop, sono alcuni dei punti vendita visitati dalla banda, che mira soprattutto a prendere l’incasso. I malviventi non sono di primo pelo. Fuggono non senza aver rubano anche il sistema di videosorveglianza in modo da non essere riconosciuti.  Il motivo per cui finora nessuno è riuscito a immortalarli.

Nel caso del panificio Magda, uno dei dipendenti all’apertura trovò il ladro nel locale, ma riuscì ugualmente a dileguarsi scappando dal retro. Altre volte, poi, il sistema per entrare è quello più classico della spaccata, con danni ingenti alle attività commerciali, maggiori rispetto al solo maltolto.

Nella zona si lavora chiedendosi chi sarà il prossimo ad essere privato dell’incasso. Chi non è ancora stato visitato vive sperando in una pronta cattura e intanto fa gli scongiuri, monta telecamere e mette i citofoni alla porta d’ingresso, seppure tutto avviene dopo la chiusura nel cuore della notte, senza ovviamente che nessuno abbia visto o sentito nulla.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here