Una grave rottura si è verificata all’impianto depurazione dell’Acquedotto pugliese nei pressi del Sacrario, nel quartiere Japigia a Bari. Il personale dell’Aqp è al lavoro per cercare di ripristinare il più rapidamente possibile la situazione, ma si tratta di un danno importante che non sarà riparabile prima di 24 ore.

La rottura sta provocando lo sversamento di liquami in mare. Fino a che non saranno effettuati i prelievi e le verifiche da parte di Arpa Puglia vige l’Ordinanza di divieto balneazione, indetta dunque e bandita su tutta la costa a sud di Bari, nel tratto compreso tra Torre Quetta e il lido Il Trullo.

Le informazioni diffuse inizialmente parlavano di divieto fino a Baia San Giorgio, poi evidentemente ristretto poco più a nord dopo le rilevazioni dell’Arpa. Bene per i frequentatori del lido Baia San Giorgio, con cui ci scusiamo per l’errore non dipeso dalla nostra volontà. Qui di seguito la nota del Comune di Bari e quella di Aqp.

LA NOTA DEL COMUNE DI BARI- Grave rottura all’impianto di depurazione AQP di Bari-Japigia. Fino al termine dei lavori di riparazione AQP sverserà i liquami nello scarico di emergenza in mare. E’ fatto divieto assoluto di balneazione nel tratto di costa compreso tra il limite sud di Torre Quetta ed il confine nord del Lido Il Trullo. L’area è soggetta a modificazione dopo i rilievi di ARPA.

LA NOTA DI AQP- A causa di un’improvvisa quanto imprevedibile rottura, verificatasi nelle prime ore del mattino, l’impianto di sollevamento fognario, in località Torre del Diavolo, è stato interessato da un blocco totale di funzionamento.

Conseguenza del blocco è stata l’attivazione dello scarico di emergenza, che determina il rilascio dei liquami a mare; nella fattispecie, in località Torre Carnosa, lungo la litoranea Bari – San Giorgio.

Acquedotto Pugliese comunica che, grazie al servizio di teleallarme, di cui l’impianto è dotato, sono scattate prontamente le procedure operative di intervento. La riparazione del guasto potrà avvenire non appena il vano di manovra sarà stato liberato dalla massa dei liquami che ne impediscono l’accesso.

Si provvederà, quindi, a valutare il danno e stimare tempi e modalità di riparazione. Per ripristinare il corretto funzionamento dell’impianto ed eliminare il problema, evitando ulteriori disagi ai cittadini, i tecnici di Aqp saranno impegnati ininterrottamente sul luogo in cui si è verificato il guasto.

Sarà cura dell’azienda comunicare al più presto il ritorno dell’impianto al normale funzionamento. Già nel primo pomeriggio, AQP diffonderà una nota per precisare lo stato dei lavori.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here