A seguito di una segnalazione dei Rangers, nel pomeriggio di ieri due agenti della Polizia locale si sono recati nella zona di via Fanelli, ad angolo con via Madonna delle Grazie a Carbonara, e hanno colto in flagrante un italiano. L’uomo era intento ad alimentare un fuoco in un fondo agricolo con rifiuti di vario genere, tra cui plastica, cartoni, pezzi di moquette e lamiere.

L’intervento, svolto in collaborazione con i Rangers, ha consentito di identificare l’autore del rogo tossico, privo di qualsiasi autorizzazione inerente la raccolta o il deposito di rifiuti, che è stato successivamente denunciato per violazione degli articoli 256 comma 2 e 256 bis della Legge 152/2006.

Il terreno, di proprietà di terzi, sul quale erano accatastati diversi rifiuti speciali pericolosi quali parti meccaniche di motori di auto contenenti olio esausto, radiatori per automobili, matasse di fili elettrici contenenti rame, materiale ferroso e in alluminio, pneumatici, contenitori di plastica e altro materiale non classificabile, è stato sottoposto a sequestro preventivo come previsto dalla legge. Per spegnere le fiamme, la cui colonna di fumo era visibile da oltre un chilometro di distanza, è stato necessario l’intervento di una pattuglia dei Vigili del fuoco.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here