La misure restrittiva degli arresti domiciliari, evidentemente, non è poi così efficace e limitativa, a dirlo non siamo noi, ma i fatti. Un pregiudicato di 50 anni, Ezio Morgese, è stato arrestato dai Carabinieri nel rione Picone, a Bari.

L’uomo, sebbene confinato in casa, appunto, è finito di nuovo in manette perché dedito all’attività di spaccio. Con lui in carcere anche la moglie per concorso in detenzione di sostanze stupefacenti.

Nell’appartamento, infatti, i militari hanno trovato eroina, cocaina, hashish e materiale da taglio nonché tutto il necessario al confezionamento delle dosi da vendere. Per il 50enne si sono aperte le porte del Carcere.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here