In coda, sulla pista di atterraggio, in attesa di salire, lasciati al freddo e al vento per almeno 20 minuti. Pessimo trattamento riservato da Ryanair ai passeggeri in partenza questa sera da Bergamo per Bari, con il volo FR4886 delle 21.45, decollato con 20 minuti di ritardo sotto il temporale, scoppiato mentre gli ultimi viaggiatori pressavano per imbarcarsi senza prendere acqua.

Uomini, donne e tanti bambini piccoli e piccolissimi, anche una signora in gravidanza, costretti ad aspettare che il personale ultimasse in fretta e furia lo sbarco dal velivolo appena atterrato.

La “fortuna”, se cosi si può dire, ha sorriso a chi doveva salire dalla porta anteriore, graziati e fatti imbarcare mentre gli altri, gli sfigati della porta posteriore, compreso chi aveva pagato il supplemento priority per avere la precedenza in salita, erano costretti ad aspettare ulteriormente, pare per le complesse operazioni di sbarco di alcuni passeggeri disabili.

La logica, e un minimo di considerazione per chi paga il biglietto, a volte ben poco low cost, avrebbe suggerito di far attendere l’imbarco al caldo, se non del terminal per velocizzare le operazioni, almeno al riparo nel tunnel e non sulla pista. Sia chiaro, non ce l’abbiamo con i membri dell’equipaggio, non sono loro a dettare le procedure, anzi, il personale è il primo che le subisce, suo malgrado, indipendentemente da chi le predispone, compagnia aerea o enti vari dell’aviazione civile.

Non ci aspettiamo una risposta da Ryanair, a cui pure manderemo il link di questo articolo, il suo ufficio stampa italiano ci ha ormai abituati ai suoi statement non risolutivi, intrisi di “la compagnia si scusa sentitamente con i passeggeri per l’accaduto“.

Piuttosto che fingersi rammaricata, sarebbe il caso che prendesse provvedimenti, meglio ancora se a strigliare il vettore irlandese fossero gli enti preposti, le associazioni dei consumatori e la Regione, che paga fior di milioni, presi dalle tasche dei pugliesi, per avere gli aerei bianchi, gialli e blu nei propri aeroporti. Non certo per questo trattamento a chi arriva dalle nostre parti.

Per la cronaca, il fatto che l’aereo sia atterrato con leggero anticipo, non sposta una virgola quanto accaduto, e questo Ryanair lo sa, ma probabilmente cercherà di farlo valere in qualche modo “come se fosse antani con la supercazzola prematurata con lo scappellamento a destra”, diceva il conte Mascetti.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here