Detenzione illegale di armi clandestine e munizioni. Sono queste le accuse a carico del 61enne di Gioia del Colle, arrestato dai Carabinieri.

I militari avevano il sospetto che il 61enne, nonostante non avesse il porto d’armi, detenesse all’interno della propria abitazione armi da fuoco. I Carabinieri hanno eseguito nei suoi confronti una perquisizione domiciliare nel corso della quale hanno rivenuto, in cucina, all’interno di un’anfora, una pistola della marca Ekol Tuna, del calibro 8, nonché 5 proiettili, di cui uno in canna, pronto per essere esploso ed all’interno di un borsello un’altra pistola tipo revolver marca Iver Johnsons Arm & Cycle Works calibro 38 di fabbricazione statunitense con un 7 proiettili.

I successivi accertamenti hanno consentito di acclarare che entrambe le armi erano clandestine, in quanto non catalogate dalle Forze di Polizia italiane. Le stesse. sottoposte a sequestro, verranno analizzate al fine di constatare l’eventuale utilizzo in fatti criminosi. L’uomo, su disposizione della competente A.G., è stato sottoposto presso la propria abitazione al regime degli arresti domiciliari, in attesa di giudizio.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here