La Procura di Bari ha dato il via libera al dissequestro delle due auto della Polizia Locale rimaste coinvolte nel vergognoso episodio del primo maggio scorso. Come denunciato dal Maresciallo Giuseppe Distinto, il collega Vito Panarelli lo ha speronato con l’auto di servizio senza un apparente motivo.

Come annunciato il sindaco di Adelfia, Giuseppe Cosola, ha incontrato il comandante della Polizia Locale, Marco Zatelli. “Le carte relative alla vicenda saranno consegnate in Procura”, ribadisce il primo cittadino, ma intanto la Commissione interna nominata dall’ente pubblico per fare chiarezza sull’accaduto,ascolterà i due marescialli i prossimi 17 e 20 giugno.

All’interno del Corpo della Polizia Locale di Adelfia il clima resta teso. Il maresciallo Distino pare abbia chiesto la restituzione dell’arma di servizio, a suo dire ritiratagli senza rispettare quanto previsto dalle norme in questi casi.

Le domande senza risposta sono ancora tante. La speranza dei cittadini è che possano arrivare in tempi più ragionoli rispetto a come la questione è stata gestita finora.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here