L’intensificazione dei controlli negli scali e lungo le tratte ferroviarie hanno dato buoni frutti nel ponte di Pasqua appena trascorso. Grazie all’aiuto degli agenti, una donna che aveva ecceduto col consumo di alcol è stata soccorsa in seguito al malore avvertito mentre si trovava nella stazione di Bari centrale.

La donna, una cinquantenne senza fissa dimora, oltre ad essere stata ricoverata, è stata segnalata ai Servizi Sociali ed ASL per un programma di recupero, al fine di evitare la reiterazione di situazioni pregiudizievoli.

In totale sono state 3250 le persone sottoposte a controllo da parte della Polizia Ferroviaria del Compartimento Puglia, Basilicata e Molise, 550 sono risultate con a carico precedenti penali; una è stata tratta in arresto in esecuzione di ordine di cattura e due denunciate all’Autorità per reati vari; 9 le sanzioni amministrative contestate in materia di sicurezza ferroviaria.

Massiccio il dispiegamento di forze, ben 145 le pattuglie impegnate nelle stazioni, anche per specifici servizi antiborseggio in abiti civili, mentre su 53 treni, della lunga percorrenza diurna/notturna e delle tratte regionali, è stata assicurata la presenza di 32 pattuglie, per prevenire in particolare i furti in danno dei viaggiatori.

Nella Stazione di Bari Centrale uno straniero, risultato ricercato, è stato arrestato. A suo carico pendeva un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Pescara perché condannato a 3 anni di reclusione per una rapina commessa lì nel 2015.

Sventato, invece, dalla Polizia Ferroviaria di Foggia, impegnata nel pattugliamento lungo linea, il furto di un generatore di corrente, di proprietà di una ditta appaltatrice di lavori per conto di R.F.I. sulla tratta ferroviaria Cervaro-Bovino, della nuova linea Foggia-Roma. Recuperata anche una pala meccanica, risultata rubata, che doveva servire ai malfattori per trasportare il generatore.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here