Le segnalazioni si susseguono da giorni, due gruppi di cittadini albanesi, evidentemente di fazioni opposte, stanno seminando il panico a Rutigliano. Già ieri si sono affrontati a colpi di spranghe, ma in città sono noti anche episodi a mani nude.

Oggi l’evento più grave in via Leopardi, ripreso dalla telecamera di un cellulare. Nelle immagini si vede un’auto prima sgommare per poi finire contro una macchina parcheggiata e un albero.

In strada uno tra i contendenti impugna una pistola, un’altro ha invece in mano un’ascia, intorno passano le macchine, la gente ai balconi urla sgomenta. Uno dei contendenti esce dalla vettura danneggiata, sanguina dalla testa, il gruppetto si allontana a piedi incurante dei passanti.

Stando a quanto siamo riusciti ad apprendere, quanto successo oggi sarebbe la “risposta” all’analogo episodio di ieri, quando il membro di una delle due fazioni è stato aggredito da sette rivali, che lo hanno massacrato.

La notizia che ci sarebbe stato un decesso è stata fortunatamente smentita, al momento si contano dunque i due feriti, tra ieri oggi. Sui motivi dell’esplosione di violenza stanno indagando i Carabinieri, che hanno provveduto all’arresto di sei persone.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here