Tutta colpa di quella rampa per disabili che nessuno vuole. Siamo andati con la telecamera in via Volpe, nel quartiere Madonnella di Bari, per raccontare la protesta di un condominio, contrario all’installazione dello scivolo a servizio di un ambulatorio ormai chiuso. Il punto cardine della questione è che avrebbe “tappato” un tombino, rendendo impossibile la manutenzione della fogna al di sotto dello stabile già messo molto male.

Quando si è sparsa la voce della nostra presenza è successo il macello: ognuno è intervenuto per raccontare le cose che non vanno, e come si può vedere dal documentario che abbiamo girato, si tratta di numerosi disagi.

C’è chi ha l’impalcatura, ferma da un anno e mezzo, c’è chi ha l’umidità, che ha aggredito le case fino a far diventare i muri neri tanto che sembra di stare in una grotta, c’è la guaina venuta via sul lastrico solare, con la pioggia che si infiltra, c’è chi da 15 vive col pavimento della cucina puntellato da dentro gli scantinati, fortuna che finora ha retto.

C’è poi chi si trova le infiltrazioni di urina dagli scarichi della fogna che passano dietro al muro. Insomma, nei fabbricati M, Q e P di proprietà dell’Arca c’è veramente da rimboccarsi le maniche per riportare tutto a una condizione decorosa. L’auspicio è che l’ente si attivi al più presto perché così gli inquilini non possono davvero vivere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here