Sabato mattina la Polizia di Stato ha eseguito un’ordinanza applicativa di misure cautelari, emessa dalla Sezione del Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale per i Minorenni di Bari, nei confronti di due giovani di 16 anni, già con precedenti penali nonostante la giovane età; i due sono gravemente indiziati del reato di rapina aggravata, commessa la scorsa estate in danno di un supermercato del quartiere Libertà.

Le indagini sono state avviate dalla Squadra Mobile e coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Bari. La sera dell’8 agosto 2018, con il volto travisato, i due giovani si sarebbero introdotti in un supermercato ubicato in via Nicolai, nel cuore del quartiere Libertà, e nonostante la presenza di donne e bambini avrebbero minacciato con un’arma le cassiere facendosi consegnare la somma di 200 euro.

Non appena ricevuto l’allarme dalla Sala Operativa della Questura, un equipaggio moto-montato della Sezione “Falchi” della Squadra Mobile si è messa alla ricerca dei malfattori e ha individuato i due minorenni, a poca distanza dal supermercato rapinato, mentre tentavano di disfarsi degli indumenti utilizzati per travisarsi.

L’attività d’indagine, la visione delle immagini estrapolate dagli impianti di videosorveglianza e le dichiarazioni delle persone che avevano assistito inermi e spaventate alla consumazione del reato hanno consentito di incastrare i due baby-rapinatori i quali, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sono stati associati presso due comunità di recupero per minorenni al fine di seguire un mirato programma rieducativo.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here