Il direttore generale del Policlinico, Giovanni Migliore, assicura che entro l’estate sarà bandita la nuova gara per la sorveglianza, ma dal suo insediamento, ormai cinque mesi fa, non è cambiato nulla. Il Policlinico resta terra di nessuno, dove furti e danneggiamenti non si contano più.

I tempi di intervento, persino per l’eliminazione della indecente discarica tra l’obitorio e il pronto soccorso, sono biblici. La gestione del Policlinico è così poco migliore rispetto al passato, che qualcuno inizia a rimpiangere l’ex dg Vitangelo Dattoli. Intanto restano i numeri, per la verità non ufficiali non potendo avere il quadro completo della situazione.

Ad aprile scorso, quando si scoprì il “cavallo di ritorno” del clan Mercante si gridò alla risoluzione del problema, ma professionisti del crimine e arraffoni continuano a imperversare senza eccessivi problemi nei diversi padiglioni e tra i viali dell’ospedale. A un medico sono stati rubati tre scooter in poco tempo.

Senza contare i furti di borse, telefonini e altri oggetti in alcuni reparti o le auto danneggiate sui viali del Policlinico, che restano in certi momenti impraticabili per via del traffico e dei parcheggi selvaggi. Per il momento dipendenti e utenti devono accontentarsi dei faremo e dei provvederemo.

L’area centrale sarà pedonalizzata e servita da alcune navette Amtab, con cui sarà sottoscritta una convenzione. Le telecamere saranno implementare e coordinate da un’unica centrale operativa. È prevista anche l’installazione di rastrelliere e stalli per auto a pagamento (2 euro all’ora). Chi vivrà vedrà, per il momento di Migliore nel Policlinico c’è solo il nome del suo direttore generale.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here