“Se li avessero multati tutti il Comune avrebbe incassato un patrimonio”. Parola di Dino Rizzi, l’attivista che da anni in qualche modo tentata di rimuovere da Bari i segni dell’inciviltà e soprattutto di diffondere la cultura del rispetto per il bene pubblico.

“Da piazza Moro a corso Vittorio Emanuele ho ripulito fioriere e marciapiedi, non c’è più niente ora. Nella sola via Sparano in 4 ore ho oltre 3mila mozziconi di sigarette – ci ha detto – a 100 euro a sanzione fa 300mila euro, peccato che non mi risulta siano state elevate le contravvenzioni”.

Già, le multe. Quella di gettare per terra la cicca è una pessima abitudine dei fumatori, ma quando qualcuno prova a far notare il brutto gesto all’incivile di turno, finisce sempre per essere guardato male. E pensare che la stessa Amiu, tempo fa, ha incrementato il numero di posacenere per strada e regalato, simbolicamente, un centinaio di ceneriere tascabili, riutilizzabili. A quanto pare con poco risultato.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here