La 24enne pregiudicata barese è stata arrestata dalla Polizia.

Era diventata il terrore dei commercianti. La storia criminale di una pregiudicata 24enne barese si è interrotta ieri pomeriggio, intorno alle 16.45, quando è tornata la seconda volta da una fruttivendola in via Giustino Fortunato, a San Pasquale.

Il 31 dicembre scorso, approfittando del grande viavai di clienti, la 24enne era riuscita a piazzare una banconota da 50 euro falsa a fronte di una spesa di 20 euro. Aveva ringraziato e se n’era andata credendo di averla fatta franca.

L’attività è proseguita truffando diversi commercianti. Ieri pomeriggio la 24enne è andata dal vicino fioraio per acquistare una pianta con la solita banconota. Il commerciante, però, si è reso conto che qualcosa non andava e suggerisce alla donna di andare a cambiare la 50 euro nel vicino negozio di frutta e verdura. La titolare non ha creduto ai suoi occhi, anche perché non aveva dimenticato la faccia di chi l’aveva buggerata qualche settimana prima.

Dopo un timido tentativo di discolparsi, messa alle strette dalla negoziante, che intanto ostruiva il passaggio e chiamava la Polizia, la 24enne ha chiamato il suo avvocato per chiedere cosa avrebbe dovuto fare. In un attimo sul posto giungono un paio di auto della Polizia.

Gli accertamenti sul posto e poi in Questura hanno permesso di identificare la truffatrice, consentendo anche di leggere il suo lungo curriculum. La donna è stata trasportata in carcere, con grande merito della commerciante, niente affatto intimorita e pronta a denunciare formalmente il doppio episodio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here