I tre maggiorenni accusati di aver compiuto l‘aggressione omofoba nei confronti di una coppia in largo Adua, sono stati condannati dopo meno di due anni dal fatto. Luciano Damiani, 28enne, e Domenico Valentino, 21 anni, sono stati condannati a 2 anni e 8 mesi di reclusione, mentre a Raffaele Giammaria, 32 anni, 2 anni e 4 mesi.

Gli autori dell’aggressione furono incastrati dalle immagini delle videocamere di sorveglianza, puntate su uno dei luoghi privilegiati della movida barese, che hanno confermato le dichiarazioni delle vittime. Stando alla ricostruzione effettuata dalla polizia, i due giovani sono stati avvicinati mentre uscivano da una pizzeria e si dirigevano verso casa. Agli insulti a sfondo sessuale sono seguite le botte.

Il primo a colpire sarebbe stato Damiani, poi altri suoi amici sono arrivati in suo aiuto mentre le due vittime cercavano di allontanarsi. Le telecamere hanno ripreso il branco mentre separava la coppia e l’aggressione continuava “sotto gli occhi increduli e sconvolti dei passanti”. Uno dei due veniva sbattuto contro un muro, l’altro buttato a terra e colpito con calci e pugni.

I tre imputati sono stati condannati anche al pagamento di multe: 600 euro per Valentino e Damiani e 480 per Giammaria. Le condanne del gup Francesco Mattiace sono inferiori rispetto alle pene chieste dal pubblico ministero Domenico Minardi, che aveva sollecitato 4 anni e 6 mesi per Damiani e 6 anni e 9 mesi per Giammaria e Valentino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here