Nella tarda mattinata di ieri, i poliziotti del sono intervenuti in un’abitazione di Carrassi dove era stata segnalata una violenta lite: dopo aver sedato gli animi, gli agenti hanno appreso che il figlio della donna, da poco maggiorenne, l’avrebbe aggredita a seguito del suo rifiuto di consegnargli la somma di venti euro; il giovane avrebbe lanciato contro la stessa un coltello colpendola al piede e, dopo averla minacciata impugnando una grossa forbice, avrebbe anche colpito sua sorella con un pugno al volto.

Il ragazzo era stato poi fermato da un suo zio, accorso sul posto dopo aver udito le urla della nipote. Le due donne hanno riferito che episodi del genere si ripetono ormai da anni, precisamente dal 2014, con una frequenza pressoché quotidiana: spesso il giovane le avrebbe maltrattate colpendole con schiaffi e pugni, sputi, insulti e minacce di morte. In alcune occasioni lo stesso, esibendosi nudo alle donne, le avrebbe insultate, palpeggiate ed avrebbe richiesto loro prestazioni sessuali.

Il ragazzo, deferito per il reato di violenza sessuale, è stato tratto in arresto per maltrattamenti in famiglia e tentata estorsione aggravata; si trova ora rinchiuso presso il carcere di Bari.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here