Un 39enne bitontino, Pietro Terlizzi, ed un 26enne di Palo del Colle, Giuseppe Caputo, entrambi pregiudicati, già noti alle Forze dell’Ordine, sono stati arrestati dai Carabinieri, in esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal GIP del Tribunale di Bari su richiesta della locale Procura della Repubblica, per tentato furto aggravato in concorso. I due, facenti parte di un gruppo più numeroso, sono finiti nelle maglie dell’attività investigativa dai militari di Palo del Colle che sono riusciti a svelare le loro dirette responsabilità su almeno due episodi di tentati furti in abitazione.

Il primo è avvenuto il 13 aprile scorso, quando un gruppo di cinque persone travisate, compresi i due arrestati, approfittando dell’assenza dall’appartamento dell’anziana proprietaria, dopo diversi sopralluoghi, mediante effrazione, hanno fatto ingresso nell’abitazione. Con modalità ben studiate a tavolino, ciascuno con il proprio ruolo, hanno forzato la serratura e si sono introdotti all’interno e dopo aver messo a soqquadro la casa,
hanno tentato di rubare quanto di prezioso a portata di mano. L’arrivo dell’anziana donna non ha permesso ai cinque di completare l’azione criminosa, così si sono dati alla fuga.

Le telecamere, posizionate nelle immediate vicinanze della porta d’ingresso dell’abitazione e sulla strada hanno ripreso immagini utili alle indagini, acquisite dai militari che, dopo ulteriori accertamenti e riscontri, sono giunti alla certa identificazione del 39enne bitontino e del 26enne di Palo del Colle, nonostante, durante l’azione criminosa, fossero parzialmente travisati.

Il secondo episodio, avvenuto il 17 aprile successivo, abbastanza simile al primo, sempre sempre ripreso sia dalle telecamere lungo la strada che nell’androne d’ingresso di un condominio di via Vittorio Veneto. In quella circostanza i due arrestati, una volta giunti presso l’obiettivo da depredare, hanno tentato di forzare una porta d’ingresso dell’abitazione, al cui interno però vi erano ancora i proprietari.

I rumori della serratura hanno attirato l’attenzione degli stessi residenti, che hanno messo in fuga i due topi d’appartamento. Anche in questo caso i militari hanno acquisito le immagini delle telecamere e dalle successive indagini hanno riscontrato che i due malfattori erano gli stessi responsabili del furto avvenuto 4 giorni prima.

Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica, hanno consentito di acquisire, per entrambi i tentati furti, un quadro probatorio sufficiente a richiedere ed ottenere dal GIP del Tribunale di Bari, l’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare a carico dei due responsabili, Terlizzi agli arresti domiciliari e Caputo già in carcere per evasione dai dimiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Continuano le indagini e gli accertamenti dei Carabinieri sul conto degli altri componenti del gruppo, ancora in libertà, gruppo che per mesi ha terrorizzato e tenuto in scacco gli abitanti di Palo del Colle, ora sgominato grazie al lavoro dei Carabinieri.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here