La facciata del Comune di Bari.

Amaro regalo di natale per migliaia di inquilini delle case popolari di Bari. In almeno 4mila,  si sono visti ricapitare diffide di pagamento da parte del Comune, in molti casi anche per gente che aveva tutti i pagamenti in regola.

La lettera intima di pagare entro 30 giorni pena la decadenza dall’assegnazione. Così in centinaia sono andati in Comune, carte alla mano, per chiedere spiegazioni e chiarimenti. Un’operazione non facile per gli uffici che ora dovranno verificare quali richieste sono legittime e quali no.

Dal Comune fanno sapere di aver predisposto un calendario dettagliato di convocazioni per gennaio e febbraio, in base all’ordine alfabetico degli inquilini. Si tratta di una operazione per cercare di stanare i furbi e tutelare chi invece paga regolarmente le tasse.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here