“Come papà prima ancora che come sindaco sento il dovere di rappresentare tutta la mia vicinanza alle famiglie e ai bambini, che sono le prime vittime, indifese, e che non hanno la possibilità di difendersi”. Francesco Crudele, primo cittadino di Capurso, parla davanti alla nostra telecamera, i maltrattamenti e le percosse di quattro maestre ai bambini della scuola materna Montessori è gravissimo.

“Siamo tutto molto provati, la comunità intera è sconvolta, negli anni – ha ricordato Crudele – si sono fatte iniziative lodevolissime in ambito scolastico, contro l’abbandono e a favore dell’inclusione sociale”.

Chiamato in causa da qualcuno circa un messaggio di avvertimento in proposito inviato da una mamma già un anno fa, Crudele si difende: “Sono certo di aver fatto il mio dovere, ho contattato immediatamente la dirigente scolastica, in quel momento era l’autorità competente da coinvolgere”.

“Ho rilasciato della dichiarazioni a caldo appena saputo degli arresti, poi ho deciso di mantenere un profilo basso e continuerò a farlo, c’è un’inchiesta – ha concluso – la magistratura sta lavorando, faccio il tifo affinché si arrivi nel più breve tempo possibile a conoscere i responsabili e a punirli”.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here