Un ragazzo di quasi 17 anni, Andrea Piccaluga, è morto nel tremendo schianto tra la sua moto e un’auto, all’incrocio tra via Brigata Regina e corso Mazzini. Sull’accaduto ognuno ha ipotizzato una differente versione dei fatti.

Da qualche ora su WhatsApp sta girando il video che immortala la dinamica dei fatti. Nonostante le immagini possano essere considerate scioccanti, siamo certi che si tratti di un documento fondamentale per la ricostruzione di quanto successo.

Nello schianto – lo ricordiamo – è rimasta ferita la ragazza che viaggiava con la vittima in sella alla moto.

print

10 COMMENTI

  1. L’auto ha svoltato a sinistra ma la moto andava velocissima. Una scheggia. E ad un incrocio.

  2. La pubblicazione di questo video è scorretta: ci sono delle indagini penali in corso, è atroce, i commenti fuori luogo si sprecano su Youtube, non c’è rispetto alcuno per le tre persone coinvolte.
    Lo sapete che è scorretta tanto che nessuno di voi ha messo la propria firma all’articolo in maniera da evitare un deferimento da parte dell’ordine dei giornalisti etc. Un buon giornalista non si dovrebbe fidare di “whatsapp”, teoricamente questo filmato potrebbe essere di un vecchio incidente, potrebbe essere stato sapientemente manipolato, non proviene da quella che, un buon giornalista, definirebbe una fonte certa. Cordialità

  3. Ma secondo lei non abbiamo verificato cosa stessimo pubblicando? riteniamo scorretto tacere nel caso si venga a conoscenza di fatti utili a stabilire la verità dei fatti. In quel video si vede solo la dinamica. A volte sono i commenti come i suoi a creare sconcerto.

  4. Che senso ha andare così veloci in città??? Era un cinquantino?? A quanto andava?? Era stato truccato?? Da genitore non so che dire.. Sulla morte non si può parlare ma deve essere fatto vedere ai ns figli come lezione di educazione stradale.

  5. Questo video forse meritava di essere pubblicato, ma sicuramente merita di essere visto e condiviso. E’ bene che tutti tengano a mente cosa voglia dire essere in strada, non distrarsi ed essere prudenti. E’ educativo a prescindere dai discorsi etici e professionali. Ogni incrocio, sbocco o attraversamento pedonale costituisce un pericolo: i semafori, i segnali e la precedenza NON possono salvare delle vite, chi è al volante SI’!

  6. Sembra giusto che debba essere visto e condiviso?? È un genitore un familiare del ragazzo deve essere ancora tormentato dopo tutto quello che stanno passando?? Prima di scrivere stronzate pensate se fosse capitato a vostro figlio una cosa del genere … il video andrebbe rimosso per rispetto della famiglia

  7. 11ho provato a rivedere il video a 1/4 della velocità normale e misurare tramite il cronometro della CAM e la distanza ipotizzabile percorsa dal momento in cui entrala moto nel campo visibile a quello dell’urto.
    Passa circa un secondo e percorre circa 12 metri: risultato 43,6 Km/h, anche ammessi gli ovvi errori di approssimazione siamo intorno ai 50, che è il limite cittadino.
    Ma di che parliamo. Ha svoltato 5 m prima della mezzeria e senza guardare nè tantomeno dare la precedenza a chi proveniva da destra (ricordo che se si svolta a Sx chi proviene di fronte ci arriverà da Dx).
    Era praticamente controsenso!
    Come si fa a cercare di giustificare un comportamento simile? E li vedo tutti i giorni! E nessun vigile che interviene. Mai!
    Non c’è molto altro da dire. Anche se fosse qualche Km/h più veloce del dovuto, quanto fatto dall’autista della macchina è solamente CRIMINALE! Le regole esistono per un motivo. Rispettarle salva vite. E inoltre pensiamo anche alla differenza di età. Chi doveva essere più responsabile?

  8. E tu meriti di avere una grossa caricata per quello che hai detto. Volevo vedere se succedeva a tuo figlio e gli altri condividevano il video di tuo figlio che si schianta con la moto e muore. Ma insomma adulti come siete e fate ragionamenti da bambini. Una madre, un padre distutti che non hanno manco potuto dire addio al proprio figlio appena 17enne secondo te farebbe piacere che il suo video mentre si schianta stia sui telefoni ma soprattutto sulla bocca di tutti? Io non credo, poi senza augurare niente se mai ti capiterà una cosa del genere vediamo se non cambi idea e ti rimangi le puttanate che hai scritto

  9. dal filmato si vede che la autovettura non solo non ha osservato l’obbligo di dare la precedenza frontale ma ha , persino, effettuato la svolta contromano, sbucando improvvissamente da tergo all’altra autovettura che aveva oltrepassato l’intersezione. L’obbligo di prudenza da parte di tutti gli utenti ad ogni incrocio e’ norma generale, ma il conducente dell’autovettura ha commesso almeno due gravissime infrazioni
    .

  10. Io farei vedere video anche più tremendi..come campagna di sensibilizzazione a tutti i pazzi che corrono in strada e usano gli smartphone alla guida. Non si va così veloce in città..e se uno scendeva per buttare l’immondizia e veniva travolto? In America cmq come campagna di sensibilizzazione utilizzano questo metodo e infatti gli incidenti in America si sono drasticamente ridotti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here