La sanità dell’eccellenza. In questi termini uomini politici e amministratori pubblici si sono spesso riferiti al sistema regionale pugliese. Dal presidente Michele Emiliano via via fino anche all’ex direttore generale della Asl Bari, oggi ai domiciliari, Vito Montanaro. Parole, le loro, usate spesso e coscientemente a sproposito. L’ultima denuncia, perché di questo si tratta, arriva direttamente da un dipendete proprio della Regione Puglia, uno di quelli che a quanto pare non cerca corsie preferenziali per accorciare la trafila.

Ieri prova a prenotare una TAC coronarica, esame non invasivo che serve a visualizzare l’anatomia coronarica per cercare ischemie. Vi si fa ricorso quando il paziente ha già sintomi oppure familiarità di patologia coronarica e diabete. Permette di arrivare a prevenire eventuali cause di infarto fino a ridurre i rischi del 50%. Insomma, una cosa seria.

La prenotazione, però, si rivela impossibile: quasi un’ora di attesa al telefono col CUP, il Centro Unico di Prenotazione, per sentirsi dire che il numero da comporre è un altro, a cui risponde una voce registrata che invita a chiamare in quella stessa fascia oraria e il portale del Policlinico che non riconosce riportato sulla ricetta rossa rilasciata dal medico.

Questa la sintesi della sanità di eccellenza, descritta dallo stesso malcapitato qui di seguito. Noi speriamo che si sia trattato solo di una serie di coincidenze sfortunate, così non fosse si tratterebbe di una pessima (dis)organizzazione del servizio a discapito dei pazienti. Se qualcuno ha qualcosa da dire, noi siamo a disposizione.

Sono un dipendente della Regione Puglia.
Volevo segnalare un gravissimo disservizio ai danni dei cittadini. Oggi, 30/08/2018, ho tentato di effettuare telefonicamente una prenotazione al Policlinico di Bari per una TAC coronarica. Chiamando al CUP, al numero 080 559 27 01, l’operatore automatico riferiva che avrei dovuto attendere 8 minuti per avere una risposta, e al contempo mi esortava ad effettuare in alternativa la prenotazione tramite il portale del Policlinico.

Da notare che il mio tentativo di prenotazione telefonica era dovuto al fatto che sul portale del Policlinico (ma era identico sul portale della ASL Bari) non si rendeva possibile effettuare alcuna prenotazione di TAC coronarica in quanto il sistema non riconosceva la dicitura riportata sulla ricetta rossa rilasciatami dal medico.

L’attesa, dai preannunciati 8 minuti, si protraeva per 55 minuti. L’operatore, con estrema cordialità e disponibilità, mi riferiva che il numero da contattare per quel tipo specifico di esame era il 080 S59 21 01, numero dell’unità operativa di Radiologia del Policlinico.

Chiamando quest’ultimo numero, ricevevo risposta da una segreteria telefonica la quale ripeteva ciclicamente di chiamare dal lunedì al venerdì dalle ore 12.00 alle 13.30 per poter interloquire con qualcun della struttura. Da segnalare che la suddetta telefonata è stata seguita da numerose altre, che ho anche provveduto a registrare, e sono state effettuate di giovedì dalle 12.15 alle 13.25, quindi pienamente nella fascia oraria indicata.

Ditemi un cittadino come deve fare per effettuare una prenotazione se non ha possibilità di recarsi personalmente presso la struttura sanitaria. Mi auguro che questa mia segnalazione possa aiutare altri utenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here