L’Istituto Tumori Giovanni Paolo II di Bari è stato protagonista di un’importante operazione chirurgica toracica. Il dottor Gaetano Napoli, chirurgo di Bitonto, insieme alla sue equipe, ha praticato un’incisione di appena 3,5 centimetri sul torace del paziente per rimuovere parte del polmone attaccato a un tumore per salvare il paziente. Grazie a questo complesso intervento chirurgico il paziente potrà affrontare un decorso post operatorio simile a quello di un banale intervento ambulatoriale.

È stata eseguita una lobectomia polmonare per un tumore primitivo con tecnica VATS Monoportale, un metodo mininvasivo che dovrebbe sostituire la chirurgia tradizionale. Questo tipo di operazione però è praticata solo in pochissimi centri, in Italia solo una decina.

Questa tecnica è stata messa a punto in Italia dal dottor Giancarlo Roviario, ma in Europa non ha avuto molta diffusione, mentre ha suscitato molto interesse negli Stati Uniti dove venne sviluppata. L’operazione consente la riduzione del trauma, del sanguinamento, del dolore, tempi più rapidi di ospedalizzazione e di recupero.

Grazie a questa operazione tutto il movimento medico-chirurgico della Puglia ha fatto un passo in avanti dimostrando di non avere nulla da invidiare alle altre regioni italiane.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here